Angri 1927, Calcio, Milo e Cerchia si oppongono alla vendita del titolo

Scoppia una questione sociale e politica. Al centro delle tensioni cittadine è finita la squadra grigiorossa che, dopo un buon campionato e la partecipazione alla prima fase dei play off per la serie D, potrebbe essere cancellata dal calcio che conta. Infatti pare agiatissima la trattativa tra l’attuale presidente Giugliano e alcuni promotori dell’associazione Nocerina che vorrebbero riportare il calcio allo stadio San Francesco per rinverdire, seppure partendo dall’eccellenza, i fasti molossi, tutto a danno dell’Angri 1927 che lo scorso anno acquisì il titolo dall’Agropoli per potere giocare in eccellenza. Oggi dopo il totale disimpegno dell’attuale presidente Giugliano il titolo potrebbe finire proprio a Nocera Inferiore.

Sulle barricate il vice presidente Aniello Cerchia e il consigliere comunale Alberto Milo che parlano apertamente di un caso politico e sociale che potrebbe generare non poche tensioni tra gli ultras grigiorossi per l’ennesima volta delusi dalla scarsa sensibilità dei vertici del cavallino verso i colori grigiorossi.

Alberto Milo è molto chiaro e determinato sulla questione titolo sportivo: “Sin dall’inizio l’amministrazione comunale, nella persona del sindaco e del sottoscritto, ha sostenuto l’allora progetto calcistico dando la piena disponibilità della struttura sportiva alla dirigenza. Dunque non consentiremo di poter commercializzare la passione dei nostri tifosi per i colori grigio – rossi. Infatti utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione affinché vengano rispettate la nostra città e le istituzioni locali che hanno garantito pieno sostegno per tutto l’anno calcistico al presidente Giuseppe Giugliano. Questo signore invece ha deciso arbitrariamente e senza ritenere di dovere fare alcun tipo di passaggio istituzionale col sottoscritto, di trasferire il titolo sportivo in altre città limitrofe. Sono fermamente convinto che nessuna città si assumerà la responsabilità morale di fare calcio a scapito della città di Angri, poiché a differenza del presidente Giugliano, altre persone comprendono il significato della parola rispetto.”

L’amministrazione comunale sarebbe pronta, nella sfera delle sue competenze, a sostenere ancora il progetto Angri partendo proprio dalla ristrutturazione dello Stadio “Novi”. Lunedì scorso proprio presso lo stadio “P. Novi” di Angri c’è stato un incontro tra il sindaco Pasquale Mauri, il consigliere Alberto Milo ed i cittadini, che hanno illustrato le intenzioni dell'amministrazione comunale in merito all'ipotesi di ristrutturazione dell'impianto sportivo.
Luciano Verdoliva