52enne accoltella un minorenne e suo suocero

Finisce a coltellate una lite a causa delle ripetute citofonate, ma l’imputato patteggia la pena a nove mesi di reclusione e viene rimesso in libertà. Una storia incredibile quella andata in onda in scena in via Nazionale a Nocera Superiore. Intorno alle 22,30 di martedì scorso, un 52enne infermiere professionale di Nocera Inferiore con piccoli precedenti e attualmente senza lavoro, preannuncia ad un’amica, con la quale pare non avesse più un rapporto idilliaco, che sarebbe andato a casa sua per prendere i piccoli regali che le aveva fatto nel tempo.

Arrivato a casa della ragazza, in via Nazionale a Nocera Superiore, l'uomo avrebbe visto la donna lanciargli dal secondo piano un sacchetto con all’interno braccialetti e altri regali di poco conto, quelli che le avrebbe fatto l'infermiere. Secondo alcuni, il sacchetto sarebbe finito su un balcone al primo piano, secondo altri, caduto a terra, il 52enne lo avrebbe rilanciato in direzione della donna. Fatto è che il sacchetto con gli oggetti, forse preziosi più per i ricordi che per il loro valore economico, è finito su un balcone di un condomino. A questo punto, il 52enne infermiere ha cominciato a bussare con insistenza ai citofoni dei condomini per recuperare la busta. Infastidito, un 17enne abitante del condominio, è sceso da casa e ha affrontato l'infermiere, invitandolo in maniera convinta a smetterla di importunarli e ad andare via.

Poco dopo è arrivato il suocero del minore che ha ribadito le stesse frasi nei confronti al “disturbatore”. L'infermiere, fortemente agitato, ha estratto un coltello dalla tasca ed ha colpito con alcuni fendenti alle braccia il 17enne e il suocero di questi, procurandogli lesioni poi giudicate guaribili dai medici del locale ospedale rispettivamente in sette e tre giorni salvo complicazioni. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato della polizia di Nocera Inferiore che hanno trovato il 52enne infermiere disteso per terra con affianco un coltello intriso di sangue. Gli agenti hanno arrestato L'infermiere per lesioni aggravate e porto abusivo di arma bianca. Ieri mattina, la direttissima presso il tribunale di Nocera Inferiore, dove l'infermiere, assistito dall’avvocato ha scelto di patteggiare la pena a nove mesi di reclusione ed è stato rimesso in libertà.