Angri. Marcello Ferrara e i dubbi sui contributi alle famiglie disagiate

Dubbi sull’erogazione dei contributi economici per i meno abbienti. A sollevare la questione è il consigliere comunale di “Battiti per Angri” Marcello Ferrara: “Chi sono i cittadini a cui vengono erogati i contributi economici relativamente ai servizi sociali? Come vengono scelti e quali sono le attività e i programmi a sostegno delle fasce deboli del territorio angrese?”.

Marcello Ferrara è anche presidente della commissione garanzia e controllo, proprio in tale sede avrebbe voluto affrontare e dipanare la questione: “Avrei voluto confrontarmi su questa importante tematica – dice Ferrara – con i miei colleghi di commissione, ma non me ne danno la possibilità: infatti la commissione va deserta. Sul punto non è sufficiente quello che c’è scritto sul regolamento. Difatti, per fare qualcosa di concreto e utile per i nostri concittadini, occorre avere elementi precisi, come ad esempio a chi, quando, in che modo e secondo quale criterio vengono elargiti i contributi economici, e come vengono assegnate le borse di studio ed i buoni libri”.

Ferrara chiama in causa l’assessore alle politiche sociali, Anna Maria Russo, chiedendole di conoscere gli importi dei contributi elargiti negli ultimi due anni: “Faccio appello alla sensibilità dell’assessore Russo – dice – . Nel rispetto della privacy, non chiedo che vengano diffusi i nomi dei beneficiari, ma che si faccia pubblicamente chiarezza su alcuni aspetti, come la programmazione e l’entità della spesa per i servizi sociali”.