Angri. Pesanti passivi per l’azienda speciale

Pesante passivo per i conti dell’azienda speciale del comune: Angri Eco Servizi. Dalle cifre, in rosso, contenute nel conto consuntivo del 2011, approvato nel 2013 sottoposto al vaglio del Consiglio comunale, sono evidenti le perdite di esercizio: 641mila e 488 euro. Nel bilancio, infatti, le uscite di gran lunga superiori alle entrate. E in tempi di campagna elettorale è chiara la volontà dell’amministrazione Mauri di farsi carico nel ripiano delle passività.

A mettere, quindi, in ordine e saldare i debiti della speciale di Via Stabia sarà il comune con nuovi debiti fuori bilancio così come riportato nella delibera consiliare che preannuncia l’azione di il ripiano della perdita d’esercizio che “avverrà mediante l’utilizzo delle risorse generali di parte corrente all’uopo destinate per 600mila euro e la restante somma di 41mila e 488 euro con risorse generali di parte corrente dell’esercizio 2013”.

Esborsi che graveranno anche questa volta nelle tasche già asfittiche della cittadinanza. Non meno rilevante la posizione intransigente del Collegio dei revisori dei conti che ha bocciato, di fatto, il conto consuntivo dell’anno 2011 non riconoscendo il debito fuori bilancio. “Il Collegio non può ancora esprimere parere in quanto è in attesa di ulteriore documentazione per una dettagliata verifica contabile”,si legge nella relazione ufficiale dei revisori. C’è da giurare che qualche testa cadrà, come nello stile Mauri.