Asl Salerno. Ecco l’elenco dei 36 primari revocati da Squillante

Revocati 36 incarichi di primario nell’Asl Salerno. Su proposta del dirigente del servizio di gestione del personale Francesco Avitabile e con il parere favorevole del direttore sanitario Anna Luisa Caiazzo e di quello amministrativo avvocato Annamaria Farano, il direttore generale della Azienda sanitaria locale Antonio Squillante, nelle scorse ore, ha firmato 36 provvedimenti di revoca dal loro incarico per altrettanti responsabili di strutture complesse. I responsabili revocati rimarranno al loro posto fino a quando non saranno concluse le procedure per l’avviso, da pubblicarsi, per il conferimento dei nuovi incarichi.

I destinatari della revoca sono tutti professionisti incaricati in base all'articolo 18 dello contratto nazionale di lavoro 1998-2001, che ricoprivano questo ruolo a tempo indeterminato in attesa del espletamento del nuovo avviso per la selezione dei primari. La norma si doveva intendere temporanea, della durata di pochi mesi (massimo 12) e invece, molti incarichi si sono procrastinati per anni, senza che fossero banditi i nuovi avvisi. E così, alcuni di questi incarichi dirigenziali da temporaneo stavano diventando senza limiti di tempo. Colpiti dai provvedimenti, molti dirigenti di strutture complesse della ex Asl Salerno1 (quella che si estendeva da Cava de’ Tirreni a Scafati e comprendeva anche la Costiera amalfitana) e della Asl Salerno 3 (area sud della provincia), l’azienda maggiormente interessata dai provvedimenti di revoca. Ben 36 provvedimenti adottati nelle stesse ore fanno pensare che dietro tale decisione possa celarsi altro, come il timore per possibili responsabilità nell’aver prorogato questi incarichi per anni. E c’è chi presuppone che tutto sia pure legato alla lettera di Raffaele Cantone, presidente dell’autorità anticorruzione, inviata il 10 giugno scorso a Squillante in cui si chiedeva, tra l’altro, la pubblicazione sul sito dell’Asl di tutti i dati relativi alle procedure di conferimento degli incarichi anche per i responsabili di strutture complesse all’Azienda. 
 

Ecco l’elenco dei destinatari. Nell’ex Asl Salerno 1 i responsabili di unità operativa complessa (i primari) destinatari del provvedimento di revoca dall’incarico sono: Giovanni Amendola di Pediatria-Tin, Nicola Capuano di Cardiologia-Utic, Pietro di Costanza di Radiologia, Federico Bergaminelli di Odontostomatologia e Francesco Salzano (ex senatore e marito del direttore sanitario Caiazzo) di Chirurgia d’emergenza dell’ospedale di Nocera Inferiore; Giuseppe Canfora (attuale sindaco di Sarno) di Anestesia e rianimazione e Francesco Calabrese di radiologia dell’ospedale di Sarno; Antonio Mirabella di Anatomia patologica e Antonietta Lanzotti di Medicina dell’ospedale di Scafati; Francesco Di Marco di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Pagani; Raffaele Arnone dell’unità operativa di salute mentale- Dsb 62 di Pagani-Sarno, Ciro Armenante del Ser.T. del Dsb 63 Cava de’ Tirreni, Vincenzo Del Pizzo del Servizio farmaceutico territoriale della disciolta Asl Salerno 1 e ingegner Giuseppe Pisacreta dello Spisal e del Dipartimento di prevenzione Area nord.

Nella ex Asl Salerno 2 destinatario dei provvedimenti di revoca di responsabile di unità operativa complessa è Antonio Vuotto di Chirurgia dell’ospedale di Battipaglia. Nella ex Asl Salerno 3 destinatari dei provvedimenti di revoca di responsabile di unità operativa complessa: Giancarlo Romeo di Medicina generale dell’ospedale di Roccadaspide; Ciro Pessolano di Medicina generale, Vincenzo Matera di Otorinilaringoiatria, Riccardo Marmo di Gastroenterologia e endoscopia digestiva, Pietro Greco di Neurologia, Francesco Turturiellodi Cardiologia-Utic e Luigi De Angelis di Anestesia e rianimazione dell’ospedale di Polla; Pietro Masullo di Oncologia, Giovanni Cammarota di Chirurgia generale, Fausto Bruno di Medico Competente, Aurelio Sica di Radiodiagnostica e Chiara Blasi di Medicina dell’ospedale di Vallo della Lucania; Bruno Torsiello di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Sapri, Pierangelo perito di Igiene degli alimenti e della nutrizione del Dipartimento di prevenzione, Giuseppe Della Greca di Epidemiologia e Prevenzione del Dipartimento di Prevenzione, Giuseppe De Marino di Igiene e Medicina del Lavoro del Dipartimento di Prevenzione della disciolta Asl Salerno 3; Andrea Salati di Medicina dello Sport, Domenicantonio Pascale dell’unità di salute mentale del dsb di Agropoli; Rosa Castiello dell’Area di coordinamento materno infantile e Giuseppina Arcaro di cure domiciliari in ambito Asl Salerno.