Calcio in Campania. L’anno zero di Nocerina, Cavese ed Angri

La Campania del calcio potrebbe perdere in un solo colpo ben 5 grandi piazze calcistiche che hanno fatto la recente storia calcistica locale. Potrebbero non iscriversi al prossimo campionato perché senza titoli sportivi con o per motivi economici regressi: Turris, Cavese, Sorrento, Puteolana e Nocerina anche se quest’ultima potrebbe fagocitare il titolo di Eccellenza in possesso di un’altra gloriosa piazza in declino quella dell’Us Angri 1927 farcita di promesse dalla dirgenza che subito ha latitato. Situazioni drammatiche per Turris, Cavese e Sorrento. E invece la squadra morirà lentamente dopo le stagioni da protagonista che ha vissuto negli ultimi anni.

Per la Cavese dopo la rinascita dall’Eccellenza di qualche stagione fa e il ritorno in D quest’anno si configura una nuova sparizione. Debiti e punti di penalizzazione inibiscono la buona volontà degli investitori. Anche il Sorrento è preso da debiti tanto da precludere l’ iscrizione al prossimo campionato di D, seguito a due retrocessioni di fila. La rottura dei vertici sportivi e la crisi dei costieri rischiano di fare perdere, in caso di fallimento, anche i 300mila euro della cessione di Immobile al Borussia Dortmund. La Puteolana non sarà più la squadra di Pozzuoli. Il titolo sportivo sarà trasferito, con molta certezza a Bacoli. Tornerà così in D la Sibilla, squadra che ha giocato in Eccellenza l’anno scorso.