Pagani. Presidenza consiglio comunale. Donato glissa sulle polemiche

http://basenews24.radiobase.fm/wp-content/uploads/2014/07/donato-greco.jpgAntonio Donato glissa sulle polemiche che hanno accompagnato la sua elezione a presidente del Consiglio comunale. L’ex sindaco della città, che ha ottenuto la carica con quattordici voti su venticinque e la cui nomina non è stata sostenuta dagli esponenti di Fratelli d’Italia e Pd per la minoranza e dai tre consiglieri di “Grande Pagani” e di un altro esponente della maggioranza, preferisce non commentare i numeri che hanno portato alla sua elezione.

“Ormai è un fatto superato –ha dichiarato-, ho solo notato che c’è stato il tentativo di far passare la mia elezione come un accordo pre-consiliare. Allora mi chiedo: come mai durante il ballottaggio i due candidati avevano offerto la presidenza alla minoranza? Evidentemente quando si diventa minoranza poi si cambia idea. Inoltre, si è tentato di evidenziare una diatriba nella maggioranza. Tutto questo, adesso, non ci riguarda. Io vorrei essere giudicato sui fatti e non sulle chiacchiere. Un dato è chiaro al momento l’unica opposizione, se per opposizione si intende un’azione politica compiuta con atti, documenti e proposte, siamo noi. “La città che vogliamo” finora è l’unico gruppo ad aver lanciato delle proposte che saranno sottoposte al vaglio del Consiglio comunale”.

Donato si è espresso anche sulla questione relativa alla presunta incompatibilità o ineleggibilità di alcuni consiglieri comunali. Nei giorni scorsi, Massimo D’Onofrio lo aveva invitato, infatti, a verificare la sussistenza di presunti conflitti di interessi anche in capo ad assessori della giunta. “Mi sembra un ragionamento strano –ha sottolineato Donato-, se qualcuno conosce motivi di ineleggibilità e incompatibilità faccia una segnalazione scritta e il consiglio ne discuterà nella sede dovuta”