Corbara. D’Antuono: “Un bilancio da incorniciare”

«Un bilancio da incorniciare, il miglior bilancio mai stilato e approvato in città», con queste parole il vicesindaco di Corbara Marco D’Antuono illustra il bilancio di previsione approvato a fine luglio dal consiglio comunale. «Opere pubbliche per dodici milioni di euro, aliquote tra le più basse dell’agro nocerino e incremento dei fondi destinati alle politiche sociali, il bilancio di previsione 2014 può essere definito storico –ha aggiunto D’Antono-. Obiettivi raggiunti nonostante la riduzione dei trasferimenti statali, che in tre anni sono stati tagliati di circa il 50%”. Il vicesindaco di Corbara non nasconde la sua soddisfazione e illustra nei dettagli gli interventi previsti, e in parte già avviati o realizzati.

“Più che un bilancio di previsione si potrebbe parlare di consuntivo –ha spiegato-, poiché alcune delle opere sono già in fase di realizzazione e qualche intervento è stato già portato a termine. Si tratta, quindi, di un bilancio veritiero e genuino. Grazie ai finanziamenti europei saranno realizzate importanti opere pubbliche, tra le quali: l’efficientamento energetico degli edifici comunali (Comune, scuola elementare ed ex casa comunale di piazza Diaz); la realizzazione di un complesso destinato all’aggregazione civica, al benessere e allo sport per 2 milioni e 400 mila euro; la costruzione del Centro Civico con locali destinati ad attività didattiche con annesso complesso sportivo polivalente coperto per sette milioni e 400 mila euro. Inoltre, sono previsti interventi per la riduzione del rischio idrogeologico per un milione e mezzo di euro, mentre è stata già realizzata grazie a un finanziamento provinciale la “Casa dell’Acqua”, una struttura che consentirà di ridurre la produzione di rifiuti in plastica, nell’ottica della strategia “Rifiuti Zero”». Il vicesindaco evidenzia, poi, il contenimento della pressione tributaria e l’incremento della spesa sociale.

«Per quanto concerne Imu, Tari, Tasi e Iuc Corbara mantiene le aliquote più basse rispetto agli altri comuni dell’Agro –ha chiarito D’Antuono-. Sul fronte dei fondi destinati alle servizi sociali, al contrasto della povertà e della disoccupazione investiamo 80 mila euro l’anno, somma di gran lunga superiore a quella stanziata in passato. Posso affermare senza tema di smentita che quello che abbiamo approvato è il miglior bilancio mai stilato in città. La bontà delle mie parole è avvalorata dal fatto che la minoranza non ha votato contro ma si è astenuta».
Tiziana Zurro