Scafati. Trasporto pubblico. Le critiche dei Cinque Stelle

Gli attivisti Cinque Stelle di Scafati intervengono sulla mobilità e i trasporti pubblici cittadini. Disagi e tagli delle corse alla base dell’ennesima critica rivolta all’amministrazione comunale. “Nel mese di Agosto il servizio di trasporto pubblico a Scafati è ormai un miraggio non dovuto all'immaginario per il troppo caldo ma alla triste realtà. In giro – si legge nella nota del Movimento – per la città notiamo persone che attendono invano per ore sotto le pensiline, ove esistono, l'agognato trasporto pubblico. La peripezia però parte prima quando si è in cerca dei ticket, quasi impossibili da trovare sia per i negozi abilitati alla vendita in ferie e sia pure perché è poco conveniente rivenderli. Alle porte del 2015 si potrebbero installare nei punti nevralgici 2/3 distributore automatici sul territorio. Ormai sia per i tagli alle corse da parte di Sita, Cstp, Eav Bus che per la chiusura del "famoso" capolinea di Piazzale Aldo Moro che era il punto di ritrovo del servizio per il trasporto pubblico di tutte le aziende sia Salernitane che Napoletano, ormai Scafati é sempre più isolata, peggio d'estate”.

E ancora: “A dar man forte all'isolamento è anche il servizio su rotaie che mai é preciso né offre servizi all'altezza di una media dettata da valori come pulizia e servizi. I Cittadini attendono sotto al sole, senza una tabella con orari ore e ore,attendono anche che i politici si accorgono di questi disservizi, facciano pressioni e si facciano sentire nelle opportune sedi o almeno in questo periodo creino alternative. La gente é stanca di corse saltate e di non essere tutelati nei loro diritti dalla loro Amministrazione”. In calce al documento la firma di Gennaro Avagnano e Salvatore Zenna, M5S Scafati (Scafati in MoVimento).