Sarno. Giuseppe Agovino contesta la rivoluzione fiscale di Canfora

“Altro che rivoluzione fiscale, quella approvata dall’amministrazione Canfora è una vera e propria beffa”. Contesta la rivoluzione fiscale attuata dall’amministrazione Canfora. A parlare è il capogruppo di Forza Italia Giuseppe Agovino, che attacca il provvedimento approvato dall’amministrazione Canfora, “Loro gridano alla rivoluzione fiscale ma in effetti non hanno fatto assolutamente nulla, in più hanno ignorato completamente i nostri emendamenti”.

Poi spiega la proposta avanzata: “Avevamo proposto l’esenzione o riduzione dei tributi verso le aziende che stanno in strat up proposte da under 40; riduzione o esenzione per famiglie disagiate e con portatori di handicap e famiglie con reddito zero e pensionati. Purtroppo queste proposte sono state ignorate dall’amministrazione comunale. Lo stesso sindaco Giuseppe Canfora, irrispettoso e irriguardoso della minoranza ha fatto bocciare la proposta di voto dalla sua stessa maggioranza, poiché secondo il suo pensiero tutto quanto da noi proposto era già previsto all’articolo 63 nel provvedimento approvato. In realtà l’articolo 63 le prevede solamente le agevolazioni, purché al costo complessivo di dette agevolazioni sia assicurata adeguata copertura con risorse diverse dai proventi del tributo. Quindi un articolo che potrebbe essere in atto semmai fosse possibile, ad oggi non è niente. E questa me la chiama rivoluzione del secolo? Canfora è il peggiore dei conservatori”.

Infine, parla di un’amministrazione in difficoltà e conclude: “Questa amministrazione è già in difficoltà, non è riuscita a sfruttare nemmeno l’entusiasmo iniziale, sono in difficoltà tecnico amministrativa e anche politico; con questo colgo l’occasione per portare la mia piena solidarietà a Roberto Robustelli, capogruppo del Pd, persona perbene ed educato, zittito dal presidente del consiglio, della sua stessa maggioranza, dandogli dello scorretto. Davvero una brutta parentesi”.