Scafati. Tributi. In consiglio l’approvazione delle altre voci fiscali

Dopo aver determinato l’aliquota Tasi al 2,5 per mille senza agevolazioni per nessuno, il consiglio comunale settimana prossima andrà ad approvare anche le restanti voci fiscali quali Imu, addizionale Irpef e Tari. Sarà un brutto inverno per gli scafatesi, i metodi di calcolo non sono noti e non esistono ancora strumenti per fare delle simulazioni di calcolo. Si lavora però ad una maggiore rateizzazione rispetto alle due rate previste, con scadenza 16 Ottobre e 16 Dicembre. Altro che 80 euro del Governo centrale, servono a ben poco, visto l’andazzo tributario corrente. L’ufficio economico finanziario guidato dal dottor Giacomo Cacchione sotto l’indirizzo politico dell’assessore Diego Chirico ha preparato una proposta di deliberazione per il consiglio comunale che stabilisce l’aliquota dell’addizionale comunale Irpef per l’anno 2014 nella misura dello 0,8%, tanto quanto al 2013, ciò perché la legge vieta di ritoccare al rialzo il balzello.

Eventuali aumenti necessari i Comuni potranno applicarli sulla tassa rifiuti solidi urbani. Per quanto concerne l’Imu, l’amministrazione ha definito queste aliquote: abitazione principale cat. A1, A8, A9 e pertinenze 0,6 per cento. Aree fabbricabili 1,6 per cento. Seconda casa in uso gratuito al figlio 0,76 per cento. Abitazioni date in locazione in regime concordato 0,76 per cento. Immobili sfitti pagheranno un’aliquota dell’1,06 per cento. Quanto alla Tari, il ragionamento è molto più complesso e i tecnici della Geset sono al lavoro. L’Acse però ha fatto sapere che il gettito di quest’imposta che sostituisce la Tares dovrà coprire gli 11.510.000 euro di costo complessivo del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati. Il dettaglio di quest’importo, non affatto indifferente, lo andremo a scoprire in questi giorni. Facendo un calcolo approssimato e generico, il solo costo della quota Tari andrà a ricadere sulle 17mila famiglie scafatesi per una quota di 670 euro circa. Ovviamente, bisogna poi applicare eventuali agevolazioni o benefici previsti.
Adriano Falanga