Pagani. Asl destina seicentomila euro per le sale operatorie

L’Asl Salerno ha deciso di destinare seicentomila euro per le attività operatorie aggiuntive all’ospedale Andrea Tortora di Pagani. Ad annunciarlo, il direttore generale dell’Asl, Antonio Squillante, che ha fatto tappa presso il presidio ospedaliero, insieme al consigliere regionale Alberico Gambino. Dopo le polemiche sollevate nei giorni scorsi anche dal sindaco della città Salvatore Bottone, che aveva segnalato disagi dovuti alla mancanza di anestesisti e aveva puntato i riflettori sulle lunghe liste di attesa, arrivano le prime risposte da parte dell’azienda.

Conncetivia voucher 2,5

“Abbiamo fatto programmazione precisa – ha spiegato il manager -, abbiamo destinato 600mila euro alle attività operatorie aggiuntive. In tal modo riusciremo a garantire settemila interventi chirurgici nei presidi di Nocera Inferiore e Pagani. Utilizzando gli interventi programmati riusciremo ad aggredire le liste d’attesa e a dare risposte ai cittadini. Presso il presidio, inoltre, sono in via di ultimazione i lavori presso il reparto di anatomia patologica.

E’ prevista, infine, l’implementazione della radioterapia: “Prima, però – ha concluso il direttore generale dell’Asl -, c’è necessità di saper se avremo a disposizione gli operatori, altrimenti avremo l’acceleratore lineare ma non il personale che può utilizzarlo”. Soddisfatto dalle risposte giunte dall’Asl, Il consigliere regionale Alberico Gambino: “All’ospedale di Pagani è stato assegnato anche nuovo anestesista – ha affermato -. Grazie alla programmazione si potranno assicurare circa 150 interventi al mese. Inoltre, saranno effettuati interventi strutturali e saranno acquistati nuovi macchinari. Il mio tour non si ferma qui, continuerà anche negli altri ospedali del nostro territorio. Mi impegnerò affinché vengano individuare soluzioni ad hoc anche per i presidi di Scafati e di Agropoli”.
Tiziana Zurro