Angri. Alfonso Scoppa promotore di un innovativo regolamento TaRi

Parsimonia, rispetto per l’ambiente e incentivi al lavoro per le imprese. Questo il “core” del nuovo regolamento tributario angrese soprattutto per quanto concerne il pagamento della TaRi. Tributi regolamentati, quindi, nella cittadina angrese. A dare il nulla osta al regolamento, che sancisce di fatto ordine nella gestione tributaria dell’ente, è stato proprio uno degli ultimi consigli comunali. La regolamentazione TaRi, infatti, dovrebbe portare importanti e decisivi benefici nel tempo, come assicura anche il consigliere di maggioranza Alfonso Scoppa, esperto di materia tributaria: “Ad Angri e' stato approvato il regolamento TaRi. Ispirato a principi di chiarezza e rivolto alle esigenze territoriali. Fortemente innovativo ed originale, disciplina le varie fattispecie con chiarezza cercando di evitare la nascita di futuri contenziosi come e' purtroppo avvenuto con l'applicazione del precedente regolamento molto lacunoso e suscettibile di interpretazioni diverse”.

Scoppa mette bene in evidenza anche quelli che potrebbero essere i veri benefici TaRi soprattutto per le attività imprenditoriali locali che seguiranno i parametri dettati dal regolamento soprattutto nel campo delle assunzioni, un “incentivo sociale” davvero molto interessante: “Tra le novità più interessanti – dice soddisfatto Scoppa – per le aziende l' introduzione di una detassazione per gli opifici industriali ed artigianali superiori a 1000 mq dove si verificheranno nuove assunzioni, incrementali rispetto all'anno precedente a quello in cui avvengono”.

Anche per i privati ci sono dei benefici non trascurabili, derivanti proprio dal regolamento tributario. Secondo il consigliere Alfonso Scoppa: “Per le utenze domestiche, l'esenzione degli immobili con unico occupante titolare della sola pensione sociale e detassazione del 33% per chi avvia il compostaggio domestico. Detassazione per gli immobili detenuti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli. Tante altre le misure in aiuto della cittadinanza, il tutto non aumentando le tariffe, in totale controtendenza rispetto agli altri comuni italiani. La fruizione di detassazioni, esenzione agevolazioni e' di semplice applicazione”.
Luciano Verdoliva