Multiservice, arriva la schiarita

Multiservice, in extremis arriva la schiarita. Il Comune di Pagani avrà tempo fino al 30 dicembre per costituire la nuova società che dovrà assorbire i ventisei lavoratori. Il giudice fallimentare ha concesso la sospensiva dell’efficacia dei licenziamenti fino al 30 dicembre, venendo incontro alla richiesta formalizzata, nei giorni scorsi, dall’amministrazione comunale e concedendo il tempo necessario per portare a termine le procedure per la nascita della nuova partecipata.

Stamani, presso la sede della società in via Carmine, l’accordo dovrebbe essere definitivamente formalizzato. Sindacati, lavoratori, curatori fallimentari e sindaco si incontreranno per sancire l’intesa. I ventisei dipendenti, infatti, dovranno sottoscrivere la documentazione con la quale si impegnano a rinunciare all’impugnativa di licenziamento e dovranno accettare i termini dell’accordo in base al quale, dal 7 novembre fino alla costituzione della nuova partecipata, non percepiranno alcuna indennità. Nel caso in cui, anche solo uno dei lavoratori non dovesse aderire l’accordo rischierebbe di sfumare.

“Il Comune ha fatto tutto ciò che era nella proprie possibilità per risolvere questa questione nel migliore dei modi e per salvaguardare i posti di lavoro –ha dichiarato il sindaco Salvatore Bottone-. Ora tutto è nelle mani dei lavoratori, starà a loro decidere se accettare o meno questa possibilità. Sono soddisfatto per il risultato raggiunto e voglio ringraziare la curatela fallimentare e il giudice Fucito, che sono stati particolarmente sensibili nell’affrontare una situazione così delicata sul fronte sociale”.

Da domani, la Multiservice non garantirà più i servizi attualmente gestiti che passeranno in capo al Comune. I dipendenti della società comunale non saranno più in servizio e torneranno ad operare solo dopo la costituzione della nuova società. Potrebbero, quindi, registrarsi disagi. Per evitare disservizi, il Comune sta tentando di correre ai ripari. “C’è sicuramente qualche difficoltà legata alla carenza di personale, ma stiamo cercando soluzioni –ha chiarito Salvatore Bottone-. Stiamo disponendo trasferimenti di personale con ordini di servizio per riuscire a coprire anche quelle attività che non saranno assicurate dalla Multiservice: affissioni, servizio lampade votive, riscossione Tosap e Cosap”. Fino alla creazione della nuova società, quindi, potrebbero registrarsi rallentamenti in alcuni settori e qualche difficoltà per gli utenti.

Tiziana Zurro