Sarno. Approvate le nuove tariffe per la Tari

L’amministrazione Canfora vara le nuove tariffe per la Tari (tassa sui rifiuti). “Il provvedimento, approvato ieri sera in consiglio comunale con i soli voti della maggioranza -spiegano da palazzo San Francesco- prevede ribassi, anche notevoli, per famiglie e categorie commerciali”. Per le utenze domestiche, la rideterminazione della suddivisione dei costi del servizio porterà, su una simulazione di una superficie media di 100 mq, un risparmio rispetto allo scorso anno del 45,95 % per i single, del 24,12 % per le famiglie composte da due persone, del 27,04 % per tre persone, del 21,70 % per quattro, del 18 % per quelle a cinque e del 16,30 % per quelle a sei. “In pratica, -va avanti la nota- un risparmio medio che oscilla dai 75 euro ai 131 euro, che sarà ancora più cospicuo in bolletta in quanto invece delle tre addizionali di legge, che incidevano per il 15 % sulla bolletta, da quest’anno, la legge ne prevede solo una del 5 %. Le case a disposizione o dei non residenti pagheranno la sola quota fissa pari a 81 centesimi a mq”.
Per le utenze non domestiche, c’è un ribasso del 49 % per gli uffici, che, se nel 2013 pagavano, su 100 mq, 137,40 euro, oltre alle addizionali, quest’anno ne pagheranno 70, oltre l’addizionale. Ribasso di oltre il 37 % per gli esercizi commerciali che passano da 14 euro al mq a 8,70. Quindi, se 100 metri costavano 1.400 euro oltre addizionali, da quest’anno ne costeranno 870, oltre addizionale. Ribasso del 30 % circa anche per i generi alimentari, mentre ci sarà un ribasso del 28 % per le botteghe di parrucchieri e barbieri e del 18 % per altre botteghe artigiane, quali fabbri, falegnami e affini, per i quali vi saranno anche benefit del 50 % per la produzione di rifiuti speciali. Per le attività industriali di produzione e le attività artigianali ribassi medi del 24 %.
“E’ una boccata d’ossigeno per tutti -ha dichiarato l’assessore Gaetano Ferrentino-. Questo è un punto di partenza perché più migliorerà la differenziata, più sarà possibile abbassare ancora le tariffe. Gli acconti versati con le tariffe 2013 saranno compensati con le nuove tariffe”.