Scafati. Chiusi il Centro diurno e il centro di Salute Mentale

Sospese le attività del Centro diurno e del centro di Salute Mentale di Scafati, motivo? “Non vengono puliti i locali”. La denuncia proviene dal sindacalista Cgil Giovanni Grimaldi, impiegato al centro di salute mentale di Angri. “Era impossibile continuare, ora i pazienti del Centro di Salute Mentale dovranno recarsi presso il centro di Angri mentre la quindicina di pazienti ospiti del Centro Diurno si vedranno sospeso il servizio in quanto qui ad Angri non esiste struttura simile” spiega ancora Grimaldi. Secondo il sindacalista, il problema nasce: “quando sei mesi fa, nel fare l’appalto per il servizio di pulizia, l’Asl si è dimenticata che aveva anche Scafati – l’accusa continua – qui ad Angri poi la situazione è ancora più ridicola, perché per una struttura di 4 piani all’operatore che deve pulire gli hanno dato appena 25 minuti a disposizione. Si possono pulire quattro piani di una simile struttura in un tempo così esiguo?”.

Secondo Giovanni Grimaldi la situazione si protrae da almeno sei mesi, e rischia di crollare: “bagni che non vengono puliti, manutenzione che non viene fatta, mi meraviglio che non arrivano ancora i Nas per chiudere la struttura – poi il pesante paragone – così facciamo come Scafati, che per uno spigolo hanno chiuso l’ospedale e così facciamo contento il direttore Antonio Squillante e ci chiudono pure a noi”. Accuse al vetriolo che si spera vengano chiarite al più presto dall’Asl, offrendo risposte ma soprattutto soluzione ai pazienti scafatesi, che di fatto si sono visti togliere un servizio, con un forte aggravio di difficoltà per la struttura di Angri.
Adriano Falanga