Angri verso il voto. Storie di ordinario degrado: Via Leonardo da Vinci

Angri che dovrebbe cambiare. In Via Leonardo da Vinci si consuma il degrado nel vecchio chiosco abbandonano, quello con il giardino pensile. All’interno, come dimostrano le foto, scattate da un utente del social, c’è di tutto soprattutto siringhe infette e un vecchio frigo gelati pieno di rifiuti di ogni genere. Un vero pericolo per gli abitanti della zona e per i bambini che, quotidianamente, attraversano il tratto con i loro genitori per recarsi nei plessi delle vicine scuole. C’è il concreto rischio di contrarre qualche malattia e il rischio di potersi pungere.

Nella zona, il sabato, si tiene la fiera settimanale e quello che resta del vecchio e suggestivo bar diventa anche un pisciatoio per gli ambulanti, non avendo questi altri rimedi per i loro bisogni fisiologici. A pochi metri da questo vergognoso degrado, li da oltre quattro anni, appena qualche mese fa il sindaco Mauri brindava e festeggiava per l’avvio dei lavori per il rifacimento di un marciapiede che dovrebbe ridare “lustro” ad una piccolissima parte del Rione Alfano.
Luciano Verdoliva