Scafati. Strutture pubbliche usate dagli abusivi come area sosta, la denuncia

Strutture pubbliche usate dagli abusivi come parcheggio, e alla mercé dei vandali. Come spesso accade, a farsi vigili sul territorio i grillini dell’associazione Scafati in Movimento: Salvatore Zenna, Antonio Perrino, Giuseppe Sarconio, Gennaro Avagnano.

Gli attivisti hanno fatto un sopralluogo in diverse aree pubbliche, riscontrando presunti abusi e atti vandalici. Si comincia con l’area giochi della pista ciclabile, affidata dal comune ad un privato affinchè possa tenerla pulita, in cambio si è autorizzata la vendita di panini e bibite.

“Abbiamo notato dei tavoli inchiodati a terra e dei teli in plastica fissati a copertura di quelle strutture destinate per il riparo delle bike. Forse non è chiaro che quello é un bene pubblico e un patrimonio da salvaguardare e non solo da sfruttare a convenienza quando ci sta da vendere i panini”.

Un’ improvvisata paninoteca all’aperto, secondo i grillini. Quanto alla pulizia: “notiamo che è stata fatta una parziale pulizia di una parte della pista ciclabile. Ma dei tre operatori, come previsto, nessuna traccia tranne la presenza di un “volontario” rumeno che ha provveduto su incarico di qualcuno alla pulizia”.

Gli attivisti denunciano poi la forzatura dei cancelli della scuola Capoluogo e dell’area mercato in piazzale Aldo Moro. Sembra che ignoti parcheggiatori abusivi abbiano divelto i cancelli per poter disporre dell’area come parcheggio a pagamento. In particolare l’area del plesso Capoluogo è servita agli abusivi per il concerto di Francesco Renga, mentre l’area mercato avrebbe fatto da parcheggio improvvisato (a pagamento e sempre abusivamente) per una manifestazione nel vicino Palamangano.

“La prossima volta agli abusivi diamo direttamente le chiavi di queste strutture – l’ironia dei pentastellati – così evitiamo di dover poi aggiungere al danno anche la beffa”.

Adriano Falanga