Pagani. D’Onofrio pronto a dimettersi. Intanto, è fuga da Fratelli d’Italia

Massimo D’Onofrio lascia il Consiglio comunale di Pagani. Nelle prossime ore, secondo le indiscrezioni che nelle ultime ore circolano con insistenza in città, il capogruppo di FdI coinvolto nell’operazione Criniera, sul presunto intreccio tra politica e camorra, dovrebbe protocollare le sue dimissioni a palazzo San Carlo.

Nei giorni scorsi, dopo le decisioni del Riesame che accogliendo l’appello dei pm della Dda aveva disposto a suo carico la misura cautelare carcere, provvedimento sospeso in vista del ricorso per Cassazione, D’Onofrio aveva lasciato intendere che avrebbe lasciato gli scranni del parlamentino cittadino. “Deciderò insieme al gruppo consiliare la tempistica delle mie dimissioni non certo legate alle vicende giudiziarie – aveva sottolineato l’esponente di FdI -. Nel mio curriculum politico, mi sono dimesso da assessore provinciale e da presidente del consiglio comunale perché ritengo che la politica sia un servizio che si può esercitare anche senza incarichi ma con l’impegno nel sociale che non mancherà”.

Massimo D’Onofrio cederà il posto al primo dei non eletti nella lista “Il Gabbiano”, l’ex assessore allo sport della giunta Gambino, Gino Mongibello. Sarebbe pronta a lasciare anche un’altra esponente di Fratelli d’Italia, Enza Fezza, che ultimamente ha collezionato diverse assenze in aula. Le sue dimissioni sarebbero legate a motivi strettamente personali. La Fezza lascerebbe il posto ad Attilio Tortora, che però, sempre secondo le indiscrezioni, potrebbe decidere di dimettersi a sua volta. In tal caso, la lista “Il Gabbiano” scorrerebbe ulteriormente ed entrerebbe nell’emiciclo Anna Rosa Sessa, portavoce dell’ex sindaco ed attuale consigliere regionale Alberico Gambino.

Intanto, potrebbe perdere pezzi il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, composto attualmente da cinque consiglieri: Massimo D’Onofrio, Pasquale Sorrentino, Raffaella Cascone, Raffaelina Stoia ed Enza Fezza. Secondo i rumors, potrebbero dichiararsi indipendenti almeno tre esponenti di Fratelli d’Italia. Quasi certo l’addio di Pasquale Sorrentino, mentre starebbero ancora decidendo sulle mosse da compiere Raffaelina Stoia e Raffaella Cascone, figlia dell’ex assessore comunale e provinciale Gerardo Cascone detto Aldo. Voci che potrebbero trovare conferma già nei prossimi giorni. A quanto pare, qualche consigliere sarebbe pronto ad aderire ad un partito dell’area moderata di centrodestra.

Un duro colpo per il partito di Giorgia Meloni, che a ridosso delle regionali, rischia di sgretolarsi nella città di Sant’Alfonso. Al momento, il candidato indicato per la corsa a palazzo Santa Lucia è l’uscente Alberico Gambino, sul qualche però pende la spada di Damocle della incandidabilità. Si attendono, in merito, le decisioni della Cassazione. Gambino, inoltre, così come D’Onofrio risulta coinvolto nell’inchiesta “Criniera”, e anche nei suoi confronti il Riesame ha disposto la misura cautelare in carcere.

Tiziana Zurro