Pagani. Nuovo attacco di Gambino a Squillante

“Budget aziendale deliberato secondo il principio dell’uomo solo al comando”. Il Consigliere Regionale Alberico Gambino scrive al manager dell’Asl Salerno, Antonio Squillante, chiedendogli di revocare l’atto deliberativo n.118 del 10 febbraio 2015 e di concertare insieme ai Direttori Sanitari dei presidi ospedalieri i budget 2015.

“Lei – scrive Gambino- procede secondo il principio dell’uomo solo al comando che può fare benissimo a meno delle ragioni, delle motivazioni, delle esigenze reali dei PP.OO (fatta eccezione per l’ospedale di Vallo della Lucania) e dei territori, delle professionalità e del senso di responsabilità dei Direttori Sanitari, delle carenze oggettive di figure specializzate. Mi permetto di esternarLe la mia profonda contrarietà a questo sistema di gestione assolutistico e sbagliato che non può che produrre ulteriori disagi e sofferenze alle strutture, ai Direttori Sanitari, agli operatori sanitari e, soprattutto, alle comunità residenti. Senza giri di parole – prosegue l’esponente di FdI -, ritengo profondamente sbagliato, ed anche inaccettabile, il metodo ragionieristico utilizzato per definire i budget 2015 e ritengo oltremodo errato ed inopportuno, ed anche contrattualmente illegittimo, il non aver preventivamente ascoltato le esigenze dei presidi ospedalieri ed il non aver conseguentemente concertato con i Direttori Sanitari la quantificazione e l’assegnazione degli stessi. Così come, e non per ultimo, ritengo assolutamente sconsiderato pretendere da professionisti qualificati e di prestigio, quali sono i Direttori Sanitari e tutti gli operatori sanitari, di sopperire nella più completa solitudine – e peraltro pagando direttamente e personalmente anche in termini di carriera e risibili annotazioni nel fascicolo personale – a decisioni cervellotiche”.

Già qualche giorno fa, Gambino aveva lanciato strali all’indirizzo del manager, che è anche un suo collega di partito. Evidentemente, il clima in seno a Fratelli d’Italia, in vista delle regionali, inizia a surriscaldarsi.