Scafati. Aggiudicato l’appalto per la pubblica illuminazione

Buone nuove per la città e per il suo impianto di illuminazione pubblica. Aggiudicato definitivamente l’appalto per la pubblica illuminazione, finalmente si potrà mettere mano alle diverse situazioni di disagio che hanno coinvolto diverse zone della città, tra cui via Martiri D’Ungheria, via Cesare Battisti, via Della Resistenza, via Nazionale. La gara d’appalto, chiusa il 23 giugno 2014, ha subito diversi rallentamenti che hanno provocato più volte le critiche del M5S. A vincerla, con un ribasso del 53% la storica azienda scafatese “Cav. Angelo Saggese e C.” soltanto che la commissione di gara è stata costretta più volte a rinviare l’aggiudicazione definitiva a seguito di anomalie burocratiche.

La commissione, composta dalla dottoressa Anna Sorrentino (responsabile Area Servizi al Territorio) dall’impiegato Antonino Cascone, dall’ingegnere Andrea Matrone (responsabile Settore Urbanistica) e dall’ingegnere Salvatore De Vivo direttore generale dell’Acse spa, ha definitivamente aggiudicato il servizio alla ditta scafatese dopo i chiarimenti presentati dai vertici dell’azienda.

Al bando hanno partecipato tre società, la Caccavale Srl che ha offerto un ribasso del 41,11%, la Reale Costruzioni spa con un ribasso di appena il 7% e la Saggese che ha ribassato l’offerta del 53%.

Importo a base di gara pari ad euro 208.889,85 oltre iva. Con il ribasso dell’azienda scafatese, sommati gli oneri di sicurezza e i costi della manodopera la gara è stata aggiudicata per l’importo di 158.779,83 euro più iva.

Il lungo periodo intercorso per l’aggiudicazione definitiva, ha visto l’amministrazione comunale ricorrere più volte agli affidamenti temporanei per la manutenzione urgente. Costi aggiunti che avevano suscitato le polemiche dei grillini ma che stando invece ai verbali di gara, erano assolutamente necessari. Archiviato tutto, la città (forse) ritornerà a “splendere”.

Adriano Falanga