Scafati. Tari, “Scafati Arancione” denuncia anomalie

Tari 2014, non solo esosa, ma per alcuni anche anomala. Il movimento politico Scafati Arancione ha raccolto e raccoglie ancora le segnalazioni di cittadini che lamentano anomalie sul calcolo dell’imposta comunale sui rifiuti.

“Alla luce delle recenti segnalazioni che ci sono state fatte pervenire da molti cittadini scafatesi e ai quali abbiamo dato la prima consulenza gratuita in merito – scrive in una nota Francesco Carotenuto, portavoce del movimento – ci sorgono altri dubbio circa il regolamento Tari e la sua effettiva attuazione. Alcuni punti per noi sono ancora oscuri e si sommano alle anomalie da noi sollevate nelle settimane scorse. In primo luogo, vorremmo si facesse chiarezza sul pagamento del tributo da parte di coloro i quali dimostrano di non risiedere nell’immobile sul quale pende la richiesta di pagamento Tari; sono tante le segnalazioni di proprietari di più immobili i quali non risiedono nell’immobile e sono costretti a pagare il tributo; riteniamo sia totalmente ingiusto far pagare coloro che non usufruiscono degli immobili in questione. In secondo luogo – continua la nota degli attivisti di centrosinistra – in riferimento all’art.31 comma 2, si afferma che tutti coloro i quali prestano attività di volontariato hanno diritto ad una riduzione del 30%. A questo punto noi ci chiediamo, come accedere a questa agevolazione? Esiste, oppure è un’altra delle nostre “immaginazioni”? Infine, sempre il regolamento in questione prevederebbe, all’art.36 comma 2, il pagamento dei tributo in 4 rate trimestrali mentre nella delibera si parla di 6 rate mensili? Questa discrepanza è dovuta ad una magia o ad una nostra ennesima allucinazione?”.

Gli attivisti del laboratorio politico vicino al sindaco De Magistris hanno aperto uno sportello gratuito di consulenza: “da martedì 17 Febbraio dalle ore 18:30 alle 19:30, presso la nostra sede in via Cesare Battisti, attiveremo un servizio di consulenza per il ricalcolo gratuito del tributo. Il servizio verrà svolto in modo gratuito dai nostri tecnici”.

Adriano Falanga