Primarie e veleni. Ad Atena Lucana è polemica

“La Campania si distingue per brogli e la provincia di Salerno si è sempre dimostrata incapace a garantire trasparenza e democrazia. Ad Atena Lucana è stato annullato seggio e voto”. A dirlo il vice sindaco di Atena Lucana, Sergio Annunziata in merito alle primarie del centro sinistra in corso oggi.

“Nonostante la mia trasparenza e serietà e rispetto verso il candidato De Luca, e dopo la deliberazione per volontà della segreteria provinciale di mettere il seggio presso l’aula consiliare, con colpo di mano il seggio è stato spostato nella sede Pd dove non ci sono controlli e che tanti concittadini hanno addirittura trovato chiusa. Il responsabile Organizzazione del Partito Democratico provinciale Enzo Luciano e Tonino Pagano mi hanno telefonato per dichiarare che seggio e voto non sono validi. E’ l’ennesima pessima figura nei confronti cittadini, con ulteriore perdita di credibilità e attacco alla democrazia. Credo che sia il caso a questo punto da parte del partito nazionale di commissariare la Federazione Provinciale e Regionale per manifesta capacità di brogli ad ogni elezione. Stiamo sulle cronache nazionali non per azioni politiche e proposte ma per brogli. In molti seggi – rimarca Annunziata – sono presenti le forze dell’ordine. Si tratta di una vergogna.Mi scuso con i tanti miei concittadini -conclude Annunziata- che ho importunato per invitarli al voto”