Sarno. Via libera alla gestione “in house” dell’ area Pip

Ieri sera, il Consiglio Comunale, con i soli voti della maggioranza, ha approvato la proposta di delibera dell’Amministrazione Canfora che garantirà la realizzazione delle opere di completamento dell’area Pip di via Ingegno e la gestione in “house” delle attività della zona industriale, assumendone la titolarità, con la collaborazione della componente imprenditoriale ed il supporto tecnico di Agroinvest Spa.

“L’atto deliberativo – fanno sapere dal Comune – contiene anche la richiesta inoltrata dal Comune di Sarno alla Regione Campania di un finanziamento di 26.965.805,93 euro, relativo all’intero costo di urbanizzazione della zona industriale, che la Giunta guidata da Stefano Caldoro non vuole concedere”.

L’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Canfora ritiene “incomprensibile e discriminatoria” la posizione assunta dalla Regione, la quale “intende concedere un finanziamento limitato al solo costo delle opere di completamento dell’area Pip, pari a 4.436.982,89 euro”.

Intanto, in una lettera indirizzata al sindaco Canfora e all’assessore alle attività produttive, Ivana Duca, gli imprenditori della zona industriale si sono espressi positivamente sull’operato svolto fin qui dall’Amministrazione Comunale. “I rapporti tra il Consorzio Cais e la nuova Amministrazione – si legge nel documento – hanno permesso di operare in maniera costruttiva riuscendo, finalmente, dopo anni di approssimazione, a risolvere alcuni problemi come la pulizia dell’intera area industriale, il servizio ritiro rifiuti urbani, l’installazione delle cabine elettriche per potenziare l’impianto di illuminazione, la richiesta di un finanziamento regionale per il completamento delle opere di urbanizzazione primaria dell’area Pip, l’attuazione del piano regionale Garanzia Giovani”.