Consorzio di Bonifica. Si lavora al risanamento, dalla Regione in arrivo 1 milione di euro

“Un anno fa contavamo circa 40 milioni di debiti e crediti incerti, oggi abbiamo certificato 37 milioni di debiti e 39 di crediti. Finalmente riusciamo a vedere la luce in fondo al tunnel”. Questi i dati forniti, ieri mattina, dal commissario del Consorzio di Bonifica Comprensorio Sarno, Antonio Setaro, durante l’incontro con l’assessore regionale all’agricoltura Daniela Nugnes.

Una ventata di ottimismo inizia a soffiare tra i padiglioni della struttura. “Abbiamo chiuso la pesante situazione debitoria con il gruppo Maltauro, abbiamo pagato piccoli creditori e abbiamo acquistato nuovi automezzi – ha spiegato Setaro -. Stiamo creando una mensa aziendale e un centro documentale e di formazione. Ai dipendenti abbiamo erogato quasi tutti gli arretrati e presto pagheremo nuovi stipendi attraverso un contributo regionale di un milione di euro”.

Tante le iniziative in cantiere. “Per il 2015, prevediamo entrate tra ruoli agricoli ed extragricoli, irrigazione, fitti per circa 5,7 milioni – ha continuato -. Stipuleremo un accordo di programma con l’Arcadis per appaltare al Consorzio lavori manutenzione del territorio, mentre stiamo lavorando per sottoscrivere, con i Comuni, la sistemazione di torrenti e la progettazione di vasche”.

Unico neo resta il contenzioso con la Gori: l’assessore Nugnes ha sollecitato l’attivazione di un tavolo tecnico in Regione con gli assessorati all’ambiente e all’agricoltura, per trovare una soluzione. “Il Consorzio paga anni di gestioni scellerate – ha detto l’assessore Nugnes -. Abbiamo già deliberato una prima tranche di fondi che spettavano alla struttura, fa piacere verificare l’attivismo del commissario che ha intrapreso la strada di una gestione accorta”.

Presenti all’incontro il consigliere regionale Alberico Gambino e il vicepresidente di Campania Bonifiche, Giuseppe Agovino.