Scafati. Cucurachi: “Reazioni scomposte, il Re è nudo”

A Scafati sale la tensione. Il caso Di Saia e la questione incompatibilità stanno infiammando il clima alla vigilia del consiglio comunale previsto per lunedì.

Dura la replica del consigliere del Pd, Marco Cucurachi, dopo la presa di posizione della maggioranza.

“Reazioni scomposte che confermano la fondatezza delle nostre azioni politiche. Chiediamo la rimozione della Segretaria Comunale dai ruoli ricoperti per l’Anticorruzione e per i procedimenti disciplinari, così come suggerito dall’ANAC e il Sindaco reagisce con argomenti che nulla interessano alla cittadinanza – scrive Cucurachi -. La Sua Segretaria ha guadagnato in questi anni piu’ di un milione di euro, che abbiamo pagato tutti noi e ha anche citato in giudizio il Comune per la revoca della Direzione Generale. Questa difesa ad oltranza preoccupa e spero che anche i consiglieri della maggioranza si rendano conto della triste e misera fine che ha fatto la politica con la “P” maiuscola. Serpeggia nervosismo. Il Re è nudo”.