La Cavese punta ai play-off, i molossi sperano nel futuro

La Cavese in serie D, non vuole proprio perdere più. Stavolta tre punti fuori casa contro il Gallipoli, colpaccio che assicura ai metelliani più ossigeno in classifica, specie in ottica play-off. Servirebbe ossigeno societario, qualcosa però si muove, interessati al sodalizio blufoncé alcuni imprenditori locali e non solo. Si spera.

Cava ed il mondo sportivo locale, ha ricordato in settimana, il calciatore Catello Mari, scomparso nove anni fa in un tragico incidente stradale: un dramma per tutti.

Pari casalingo della Sarnese, buono per puntellare la graduatoria generale, sconfitta invece per la Scafatese, duocanarini sempre più a rischio retrocessione.

La Gelbison, fuori casa, cade nel derby contro l’Arzaneze.

In Eccellenza, termina il campionato della Nocerina, con una sconfitta contro il Faiano. La gara disputata ieri allo stadio comunale di Nocera Superiore e la chiusura del torneo per i molossi, é stata salutata con una torta raffigurante l’effige del club: un modo per congedarsi? Certo, si chiude il sipario su una stagione tribolata, con tante difficoltà e sacrifici. Si sta pensando già al futuro, sperando che il sogno rossonero possa avere ancora un futuro.

Giuseppe Colamonaco