Mercato ortofrutticolo. Canfora: “Non mortifico nessuno”

La sua decisione di nominare un consigliere comunale di Sarno nell’assemblea del Mercato ortofrutticolo Pagani-Nocera ha suscitato ire bipartisan. “Mortifica il Pd locale”, “premia gli amici”: queste alcune delle dure accuse, che nelle ultime ore, sono piovute addosso al presidente della Provincia e sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, finito nel mirino degli esponenti del Pd di Pagani Emilio Toscano, Giusy Fiore e Angelo Grillo e del Consigliere regionale di FdI, Alberico Gambino.

Canfora, però, non ci sta e respinge con forza le critiche che gli sono state mosse. “Questa storia mi sembra una farsa, una sceneggiata – ha affermato Canfora -. Io non mortifico nessuno”.

Il presidente della Provincia difende la scelta di aver indicato Gianpaolo Salvato, consigliere comunale a Sarno, nell’assemblea del Consorzio e la motiva con queste parole: “Mi vengono rivolte accuse infondate – ha spiegato -. Preciso che è una carica gratuita e che si tratta di una scelta meditata studiata, perché credo che ci sia bisogno della giusta distanza anche nella soluzione di questo problema”.

Infine, il numero uno di Palazzo Sant’Agostino auspica che i Comuni di Pagani e Nocera Inferiore concludano in tempi brevi l’iter per l’acquisizione della struttura. “In tal modo alcuni Enti non faranno più parte degli organismi di gestione”, ha concluso Canfora.

Tiziana Zurro