Scafati. Chirico e Fogliame difendono il valore del titolo sportivo Aces-Europe

Candidatura Aces-Europe di Scafati a “Città Europea dello Sport’ per l’anno 2016”, l’assessore allo Sport, Diego Chirico e il delegato alla cultura difendono il valore del titolo sportivo, in seguito alle polemiche sollevate da alcuni gruppi di opposizione.

“Si ribadisce che il fine della candidatura di Scafati al titolo Aces-Europe, è quello di diffondere i sani valori dello sport, la cultura della salute e la possibilità che la nostra Città possa essere conosciuta fuori dei confini campani – afferma Chirico -. Lo Sport in questo senso, è da sempre un viatico importante. Questo riconoscimento (legittimato dal CONI e dal Parlamento Europeo) solo per il fine di “pratica sportiva per tutti” dovrebbe essere apprezzato. Torino è Capitale Europea dello Sport 2015, città capoluoghi di Provincia come Pisa, Ravenna o Monza (molte delle quali amministrate dal centrosinistra) hanno fatto richiesta del titolo di Città Europea dello Sport 2016”. Scafati è la prima Città campana candidata al titolo”.

Sulla stessa scia l’assessore alla Cultura, Antonio Fogliame: “La somma spesa per ospitare la commissione è niente rispetto al ritorno, in termini di valori e immagine, alla Città di Scafati. Anche la Cultura dello Sport è indice di civiltà di un territorio e questa amministrazione ne è ben consapevole per questo proseguiremo l’obiettivo di dare opportunità ai cittadini attraverso la fruibilità delle strutture sportive. Lo sport è cultura del fisico e della mente.”