Sicurezza, chi difende gli scafatesi?

La questione sicurezza torna prepotentemente alla ribalta, gli appelli come sempre si moltiplicano. Si chiedono con forza maggiori risorse, e allora ci siamo chiesti, chi difende Scafati? Quali sono le forze e le risorse che vigilano sulla serenità degli scafatesi?

Dati alla mano, a Scafati la sicurezza è garantita dall’attuale Tenenza dei carabinieri, guidata dal Tenente Saverio Cappelluti, con a disposizione una trentina di uomini, a cui tocca fare turnazione (quindi il numero di effettivi in servizio scende intorno la metà). La Tenenza, però, dipende dal Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, che assicura una copertura a Scafati attraverso il nucleo radiomobile e la sezione operativa, ma sono uomini che devono coprire un territorio ben più vasto.

La Guardia di Finanza di via Nuova San Marzano guidata dal Capitano Nunzio Napolitano conta su circa 70 uomini. I finanzieri hanno un territorio di competenza che arriva fino in costiera amalfitana, e sono dediti principalmente a funzioni di Polizia Tributaria e Giudiziaria.

Ci sono poi i Vigili Urbani del maggiore Alfredo D’Ambruoso ma questi sono sottodimensionati, appena 34 (su circa 80 necessari), con un’età media di circa 45 anni in quanto l’ultima assunzione è stata fatta nel 1997. I caschi bianchi poi hanno una molteplicità di competenze, e di notte non sono operativi.

Esiste infine il sistema di videosorveglianza che monitora ogni entrata e uscita della città, oltre ad osservare i punti nevralgici. Considerato il contratto di manutenzione ordinaria e straordinaria esistente tra il Comune con la ditta Seti di Scafati, valido fino al 2017, si presume che il circuito sia in perfetto stato d’uso e quindi ogni videocamera capace di riprendere e registrare tutto ciò che passa per il suo raggio d’azione.

Adriano Falanga

Foto dal web