Scafati. Due convenzioni per l’associazione guidata dall’ex assessore paganese Marrazzo

Il nome ufficiale è “Anta” ma sono comunemente conosciute come Guardie Ambientali e sono da tempo impiegate a Scafati come supporto logistico alla Polizia Municipale, organicamente sottodimensionata. L’Anta a Scafati gode attualmente di due convenzioni stipulate con Palazzo Mayer, una da 10mila euro annuali da dividersi con l’associazione Anuu, per la guardianeria dell’ex Polverificio Borbonico di via Pasquale Vitiello, e un’altra da 20mila euro per coordinarsi con i vigili urbani nel garantire la sicurezza dei pedoni, implementare il controllo sul territorio per vigilare sul corretto smaltimento dei rifiuti urbani, controllare il flusso dei partecipanti e sorvegliare i luoghi delle manifestazioni organizzate dall’amministrazione.

Dalla determina dirigenziale dell’8 aprile si legge che l’associazione Anta è rappresentata dal paganese Alfonso Marrazzo. Per gli addetti ai lavori è conosciuto come l’ex assessore al Turismo e Ambiente del Comune di Pagani, espressione della lista Grande Pagani, guidata dal presidente del mercato ortofrutticolo Pagani-Nocera, Vincenzo Paolillo. Sfiduciato dai consiglieri del suo gruppo, Alfonso Marrazzo, qualche settimana fa, è stato revocato dal sindaco Salvatore Bottone. Lo strappo tra Marrazzo e Vincenzo Paolillo si è consumato a ridosso delle elezioni regionali. Il presidente del Mercato, fino a poco tempo fa fedelissimo di Pasquale Aliberti, ha deciso di scendere in campo sotto il simbolo dell’NCD e di rompere con il sindaco di Scafati, in prima linea per favorire l’elezione della moglie Monica Paolino.

Aliberti, che non intende perdere terreno nella città di Sant’Alfonso, ha già stretto nuove alleanze. Qualche giorno fa l’accorso con Alfonso Marrazzo, sancito davanti a un caffè in un bar di Sant’Egidio del Monte Albino. Al “tavolino” anche il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale a Pagani, Gianluca Tortora, pronto a schierarsi dalla parte di Paolino, a discapito dalla candidata paganese del partito di Berlusconi, Maria Rosaria Esposito.

Adriano Falanga

Agro24Spot