Scafati. Scrutatori, la delusione dei grillini

Molti soliti noti nell’elenco dei 164 nominati. si era deciso per l’individuazione di soggetti giovani e in condizioni precarie, se non disagiate, ma spuntano figli e parenti di professionisti, ex consiglieri e consiglieri, militanti politici, attivisti. Forte la delusione di Scafati in Movimento, l’associazione grillina che fino alla fine ha chiesto il criterio del pubblico sorteggio, sulla scia dei paesi limitrofi.

“Poche parole e pochi commenti, solo tanto rammarico scorrendo le liste degli scrutatori. Saranno le persone leggendo i nomi della lista dei “prescelti nominati” ad accorgersi le ingiustizie che sono state commesse – fanno sapere gli attivisti pentastellati -. A noi interessa combattere un metodo clientelare e non ora fare da tribunale dell’inquisizione. Toccherà ai cittadini giudicare se questi sono disagiati e persone che ne “avevano bisogno” e se il buon senso, su cui il Sindaco e la Commissione si erano detti pronti a scommettere che sarebbe prevalso. Cosi non é stato e i nomi in elenco ne sono testimoni”.

I pentastellati avevano più volte manifestato pubblicamente il loro dissenso, arrivando anche a occupare simbolicamente l’ufficio elettorale di via Diaz.

Adriano Falanga