Scafati. Rete Fognaria, oggi si inaugura il cantiere. I lavori potrebbero partire a giugno

Dalle 11 si è passati alle 15, infine alle 9:30. In campagna elettorale è difficile concordare gli orari e conciliare ogni presenza, e ancora non sarebbe certa quella di Stefano Caldoro. Cresce l’attesa sull’inaugurazione della rete fognaria che si terrà stamattina in Piazza Garibaldi, curiosità dei cittadini, entusiasmo della maggioranza, e scetticismo dalle opposizioni.

“Siamo alla presa in giro di una città intera – commenta Vittorio D’Alessandro, capogruppo Pd – non si capisce cosa verrà inaugurato, e dov’è il cantiere”.

Da Scafati in Movimento è Giuseppe Sarconio: “Si alle opere ma no alle prese in giro . Presentarsi in piena campagna elettorale ad inaugurare un’opera in un posto proprio dove ci si allarga sempre, assume connotati da propaganda. Ma fino ad oggi dov’era Caldoro?”.

I lavori della nuova rete fognaria hanno subito oltre un anno di ritardi, dovuti a contenziosi tra le imprese appaltatrici e l’Arcadis. “Speculare su un dramma come quello degli allagamenti a pochi giorni dal voto è paragonabile allo sciacallaggio col quale alcuni suoi candidati uscenti cercando di abbindolare i cittadini sulla vicenda ospedale – così Francesco Carotenuto per Scafati Arancione – al governatore uscente gli facciano fare un giro tra i residenti e commercianti di via Roma, cosi da fargli toccare con mano ciò che quelle persone sono costrette a subire durante i continui allagamenti che nessuno ha avuto il coraggio di affrontare”.

Scettici gli arancioni: “un impianto fognario promesso e mai realizzato, che non vedrà luce, perché questa venuta folkloristica del presidente e della sua cricca al seguito ha solo l’ambizione di recuperare qualche consenso”.

Ad ogni modo, i lavori dovrebbero partire da via Francesco Budi, seguire per piazza Garibaldi e andare avanti. Secondo indiscrezioni, sembra che l’avvio reale del cantiere è previsto per il mese prossimo, dopo le elezioni regionali.

Adriano Falanga