Agro Invest, i dipendenti occupano la sede

Agro Invest: sale la tensione. La cassa integrazione, le prospettive poco rosee, la mancanza di commesse, i ritardi nel pagamento degli stipendi e gli scontri politici suscitano timori e malcontento tra i lavoratori che hanno deciso di occupare la sede della società.

Stamani è scattata protesta presso gli uffici di via Michelangelo Buonarroti, ad Angri.

I dipendenti della Stu e i sindacati Cisal e Cisl, che denunciano “l’assenza di una strategia capace di programmare ed attuare politiche di sviluppo territoriale” e puntano il dito contro i politici che, a loro avviso, “si confrontano su tematiche non utili alla risoluzione delle problematiche lavorative”.

Lavoratori e sindacati denunciano “lo stato di abbandono in cui oggi versa la struttura operativa della società, abbandonata ad un destino incerto, frutto della mancanza di discussione, analisi e proposte di sviluppo comprensoriale, dove la litigiosità tra i diversi schieramenti politici o all’interno degli stessi hanno portato a considerare la Stu come una società di appartenenza di uno piuttosto che di un’altra fazione politica considerandolo un luogo di scontro politico più che uno strumento di lavoro e sviluppo”.