Angri. Assessori e dirigenti, la rivoluzione di Ferraioli

Assessorati, presidenza del consiglio comunale, azienda speciale, caposettore e posti di sottogoverno. Sono questi i primi obiettivi di Ferraioli per mettere in moto la nuova macchina amministrativa.

Il sindaco è già a lavoro per la formazione della sua squadra di governo. E’ ancora prematuro parlare di nomi, ma Ferraioli potrebbe selezionare i suoi assessori dalle liste che lo hanno supportato. Tra gli eletti potrebbero entrare in giunta Caterina Barba o Luigi D’Antuono, entrambi con precedenti esperienze amministrative. Per ora sono soltanto ipotesi.

Alla presidenza del consiglio comunale potrebbe essere nominato Gianluca Giordano, che ha già ricoperto questo ruolo per un breve periodo di tempo durante il sindacato Mauri.

Da rifare anche il management dell’azienda speciale “Angri Eco Servizi” dove a breve partire una vera rivoluzione di cambiamento. Certo l’addio dell’attuale presidente Hanika Rossi e la revisione dell’intero Cda, nominato dall’ex amministrazione comunale, tra i quali figura anche Michele Villano, uno dei più fidati collaboratori dell’ex sindaco durante l’ultima campagna elettorale e compagno di Amalia Scoppa ex consigliera comunale passata in maggioranza qualche anno fa. Ferraioli ha già avuto un proficuo incontro con il direttore della “speciale”, l’ingegnere Domenico Novi.

Capitolo capisettore. Certo l’avvicendamento per l’attuale dirigente del settore economico e finanziario, Filomena Lazzazera, per Antonio Lo Schiavo responsabile dell’U.O.C. Affari Generali, Demografici e Personale e per Angela Marciano U.O.C. Promozione Socio-Culturale, prossima alla pensione. Non è certa nemmeno la riconferma dell’attuale segretaria generale Livia Lardo.

Intanto, sul fronte della minoranza consiliare si registra la prima uscita, dopo la sconfitta di Mauri, per l’ex assessore ai servizi sociali, Mariella Russo che al primo consiglio comunale siederà sulla poltrona della presidenza. La giovane consigliera comunale sembra essersi già perfettamente calata nel suo ruolo di opposizione e rivolgendosi, a mezzo social, ai tanti supporters del sindaco Ferraioli ammonisce: “Pensate a lavorare per Angri non servono i messaggi di auguri. Spero che non intendiate spendere il vostro tempo a controllare i social per conoscere quanti vi inviano messaggi o quanti ve ne cancellano. Angri ha bisogno di altro. Cento giorni passano in fretta”, riferendosi agli obiettivi di breve termine prefissi da Ferraioli e dalla sua maggioranza.

Luciano Verdoliva