Angri. Volti nuovi della maggioranza. Massimo Sorrentino. “Lieto di avere sconfitto Mauri”

Seicento novantadue preferenze. Questo il biglietto da vista per il neo consigliere comunale di “Grande Angri, la lista più votata della coalizione di Cosimo Ferraioli. Un risultato personale che ha superato davvero tutte le aspettative, frutto anche della perseveranza e della strategia messa in campo da tutto il gruppo Sorrentino. Il risultato delle urne è frutto del grande progetto civico che ha preso forma nell’ultimo lustro quando l’intera famiglia Sorrentino non ha più sposato il discusso modus operandi dell’allora sindaco Pasquale Mauri.

Massimo Sorrentino ora prende idealmente il testimone dal giovane nipote Arturo, già presidente dell’assise cittadina. Sorrentino è considerato da tutti un “cuore grande”. Proprio questa sua indole ha fatto breccia nel cuore degli angresi che lo hanno subito apprezzato e voluto bene. Massimo Sorrentino ora guarda avanti, e con modestia, senza rivendicare poltrone o ruoli determinanti nella nuova amministrazione guidata dal suo “amico” Cosimo Ferraioli.

Sui futuri assetti dell’amministrazione Sorrentino sembra avere le idee chiare: “Dovrebbero essere almeno due gli assessori espressione di Grande Angri – dice – ma io non sarò tra questi. Ora la famiglia Sorrentino, di cui sono espressione, si concentra sull’unico risultato che conta: essere stati i fautori della sconfitta di Mauri”.

Sorrentino ha anche rinunciato alla presidenza del consiglio a favore del suo amico Gianluca Giordano, altro record man di voti. Il neo consigliere Sorrentino tiene ad evidenziare il risultato politico più importante: la vittoria contro Mauri: “Io e il mio gruppo siamo stai tra i primi ad allearci con Cosimo Ferraioli ed a cercare di convincere quante più persone possibili ad aderire al progetto di Ferraioli, che certamente saprà risollevare Angri dal declino in cui è caduta durante i cinque anni dell’amministrazione Mauri”. Missione che sembra essere stata compiuta.

Luciano Verdoliva