Inseguimento da Salerno a Nocera, arrestato uno scafatese. Nascondeva in auto 30kg di hashish

Erano le 19.00 circa di ieri, quando i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Salerno, impegnati in un ordinario controllo del territorio, hanno invitato una Fiat Punto che proveniva dalla Tangenziale di Salerno ad accostare. Il conducente, però, dopo aver finto di fermarsi, ha accelerato investendo di striscio un carabiniere che nell’impatto è caduto e ha riportato la lussazione della spalla.

L’uomo, poi identificato in C.R., pregiudicato di 48 anni, residente a Scafati, si è dato alla fuga e con manovre azzardate è riuscito ad imboccare la tangenziale con direzione Nord.
E’ scattato l’inseguimento che ha visto impegnati diversi militari. Il fuggitivo, dopo aver imboccato la locale Autostrada A3, ha continuato la sua corsa nei centri abitati di Cava de’ tirreni e Nocera Inferiore. Raggiunto da militari provenienti dal senso opposto, vistosi accerchiato e bloccato nel traffico locale di Nocera, dopo aver speronato un’autovettura, C.R. ha abbandoato la macchina tentando la fuga a piedi. Durante la corsa un carabinieri avrebbe esploso un colpo in aria per intimare al pregiudicato di fermarsi.

Portato per accertamenti presso il Comando Compagnia di Salerno, i militari hanno ritrovato nell’ auto circa 30 chili di hashish suddivisi in 300 panetti da 100 grammi cadauno per un valore di mercato di circa 300.000 euro, e pertanto l’uomo è stato arrestati sia per la detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente sia per la resistenza e le lesioni a pubblico ufficiale ed è stato trasferito in carcere.