Pagani. Commossa partecipazione alla cerimonia in memoria del Tenente Pittoni

Gli allievi delle scuole cittadine, le forze dell’ordine, i sindaci del comprensorio, le assoziazioni. Era gremita, ieri mattina, la chiesa madre del Corpo di Cristo. Commossa e sentita la partecipazione alla Santa Messa in suffragio del Tenente Marco Pittoni, a sette anni dalla sua tragica scomparsa. A officiare la celebrazione eucaristica il parroco don Flaviano Calenda. In prima fila il comandante provinciale dell’Arma, il colonnello Riccardo Piermarini, il sostituto procuratore Amedeo Sessa, il sindaco di Pagani e i primi cittadini dei comuni limitrofi. Subito dopo la cerimonia liturgica, è stata deposta una corona di alloro dinanzi all’ufficio postale di corso Ettore Padovano.

Tra i banchi anche i piccoli alunni di alcune scuole del territorio.

“Gli intensi momenti di partecipazione vissuti ieri durante la cerimonia in memoria del Tenente Marco Pittoni, comandante della Tenenza dei Carabinieri di Pagani, assassinato il 6 giugno 2008 all’ufficio postale di corso Ettore Padovano rappresentano un segale importante per l’intera collettività – dichiara il sindaco Salvatore Bottone -. Istituzioni, Forze dell’Ordine, semplici cittadini ma anche tanti, tantissimi giovani ragazzi delle scuole medie e superiori di Pagani, hanno reso omaggio alla memoria ed al sacrificio di un uomo che ha dato la vita per la nostra città. Un eccezionale carabiniere che in poco tempo si era fatto apprezzare ed amare dall’intera comunità riuscendo ad essere vicino a tutti, specialmente ai più piccoli. Ed è proprio a loro che mi rivolgo, ai giovani della nostra città, affinché vedano nelle Forze dell’Ordine degli amici, delle persone che lavorano quotidianamente per la nostra sicurezza e alle quali possiamo rivolgerci sempre perché è insieme, Istituzioni, Forze dell’Ordine e società civile che bisogna agire e lavorare per la diffusione di concetti come legalità e senso di responsabilità. Quel tragico 6 giugno – va avanti Bottone – ha lasciato in tutti un segno indelebile, un segno nel cuore di quanti, pur non conoscendo il Tenente Marco Pittoni, vivono oggi con occhi lucidi il ricordo di quel sacrificio. Ringrazio quanti hanno preso parte alla cerimonia religiosa, celebrata da Don Flaviano Calenda nella Chiesa del Corpo di Cristo, e alla cerimonia civile. Ringrazio tutte le autorità civili e militari.Un ringraziamento particolare all’Arma dei Carabinieri, ai rappresentanti presenti, al Sostituto Procuratore Sessa, all’Associazione Nazionale Carabinieri, alle numerose altre istituzioni militari presenti e alle altre associazioni. Grazie ai numerosi Sindaci dei comuni limitrofi, i quali con la loro presenza hanno voluto testimoniare la vicinanza al nostro territorio.Un ringraziamento speciale ai nostri ragazzi, ai ragazzi delle scuole medie e superiori di Pagani per averci donato la loro presenza e per la bellissima lettera letta che ha toccato il cuore di tutti noi.
Ed infine, un ringraziamento va all’intera collettività paganese per aver ricordato il Tenente Marco Pittoni che per noi, per Pagani ha dato la vita”.