Pagani. Paolillo, sconfitto alle regionali, riflette sul voto

Ringrazia chi lo ha sostenuto, accetta la sconfitta, si congratula con chi ce l’ha fatta e lancia messaggi chiari all’amministrazione: “Bisogna cambiare rotta”. Vincenzo Paolillo, presidente del Mercato ortofrutticolo Pagani-Nocera, dopo la sconfitta alle elezioni regionali, che lo hanno visto candidato sotto il simbolo di Ncd, affida a una nota il suo commento.

Si parte dei ringraziamenti: “Desidero pubblicamente ringraziare i 2.000 elettori che hanno espresso il loro consenso alle elezioni regionali sul mio nome. Un ringraziamento particolare va ai miei amici che in pochi giorni di campagna elettorale non mi hanno lasciato mai solo. Il mio, un consenso personale guadagnato con la sola forza del mio nome e “faccia”. Gli addetti ai lavori possono analizzare il dato a proprio piacimento o convinzione. La critica o i giudizi aiutano a crescere e bisogna accettarli con la massima serenità.
Ritengo che sia stata una campagna elettorale difficilissima, ho cercato in poco tempo di far prevalere il progetto politico di Area Popolare – Nuovo Centro Destra, di Stefano Caldoro e le mie preposte per il territorio, purtroppo, non ci sono riuscito”.

Poi arrivano le precisazioni: “Tengo a precisare, però, che questa è la mia sconfitta in quanto l’amministrazione comunale paganese non ha preso parte a questa campagna elettorale. Non é stata utilizzata la “macchina comunale” come pensa qualcuno o come è stato fatto per il passato, ne tantomeno ho fatto prevalere il ruolo di Presidente del Mercato Ortofrutticolo Pagani/Nocera che mi onoro di ricoprire e svolgere con grande senso di responsabilità – spiega Paolillo -. Debbo evidenziare come esco sconfitto da questo confronto elettorale proprio nella mia città. Si! nella città che in passato mi ha sempre dato tanto. Oggi, la stessa mi invita a riflettere sul prosieguo chiedendo di far ritornare il combattente di sempre ed, alla mia città, ai miei concittadini voglio chiedere SCUSA se ho tradito le loro attese o aspettative”.

Si passa poi alle stoccate all’amministrazione. “Pagani ha bisogno di essere ascoltata, curata e amata ma, soprattutto, deve essere amministrata con senso di responsabilità, con amore, con la tenacia e con tanto ma tanto ottimismo. L’odio genera sempre altro odio”.

Infine, Paolillo si congratula con gli eletti Gambino e Paolino. “Faccio i miei più sentiti auguri all’Onorevole Gambino, figlio di questa terra. Spero che il suo entusiasmo ed il suo forte senso di appartenenza possa portare solo giovamenti alla nostra Città e al territorio tutto. Un forte augurio va alla mia amica on. Monica Paolino Aliberti per il risultato straordinario ottenuto. In voi due sono riposte le speranze di ricostruire il centro destra in provincia di Salerno poiché entrambe sapete benissimo il sacrificio che c’è dietro ogni consenso ottenuto, in quanto ci mettete ogni giorno la faccia, sacrificando lavoro e famiglia. Conosco bene entrambe, la cultura dell’odio non vi appartiene”.