Angri. Il nuovo distretto fiore all’occhiello della sanità in provincia di Salerno

E’ operativo il nuovo distretto sanitario di Angri. La struttura di via Deì Gotii, in località Fondo Rosa Rosa, concessa dal Comune in comodato d’uso all’Asl ospita 12 ambulatori specialistici, 10 uffici amministrativi e una sala convegni da 100 posti.

Dalle 8.00 di questa mattina, i servizi sanitari, sociosanitari ed amministrativi di Angri vengono erogati presso la nuova sede, completamente ristrutturata dall’Asl Salerno, che ha investito circa 250 mila euro per i lavori edili e di impiantistica e oltre 70 mila euro per suppellettili ed arredi sanitari.

Il lungo e tortuoso iter che ha portato alla nascita del nuovo distretto è partito con ll’Atto Deliberativo n. 213 del 26 Febbraio 2013 e con la stipula, il 19 Febbraio 2014, del contratto di comodato d’uso gratuito da parte della Asl Salerno dell’immobile di proprietà comunale. Due anni e mezzo di lavoro, durante i quali gli Uffici della Azienda Sanitaria hanno profuso un ampio ed articolato sforzo organizzativo per rendere fruibile, nei tempi più brevi possibili, la sede individuata, che versava in condizioni strutturali precarie: infiltrazioni dal tetto, allagamenti degli scantinati, infissi divelti.
La nuova sede si articola su quattro piani operativi, circa 1200 metri quadri di superficie, 800 metri di spazi esterni. Questi sono i numeri che rendono meglio di ogni parola lo sforzo compiuto dalla Direzione Generale della ASL Salerno a favore dei cittadini di Angri e dei Comuni limitrofi di Corbara, S.Egidio del Monte Albino, Scafati e dell’intera Area Nord della Provincia di Salerno.

Numerosi i cittadini che in mattinata hanno raggiunto la struttura. Si è registrato solo qualche intoppo legato alla sosta e alla viabilità. Molte le auto lasciate lungo la strada che hanno provocato qualche rallentamento. Sul posto sono giunti i caschi bianchi guidati dal comandante Rosario Cascone e l’assessore all’urbanistica Pasquale Russo. L’apertura dell’area sosta attigua al distretto ha consentito di fronteggiare la situazione.

Grande la soddisfazione del direttore generale dell’Asl, Antonio Squiillante, che anche se nel segno della sobrietà ha preferito non organizzare il taglio del nastro, ieri mattina ha fatto tappa presso il distretto. “Sono felice di di poter donare alla Città di Angri una struttura sanitaria tra le più moderne ed avanzate dell’intero territorio provinciale e regionale, modello di una sanità che guarda al futuro, tutelando, attraverso la Sanità territoriale, la salute ed il benessere dei cittadini – ha dichiarato -. Abbiamo lavorato in maniera incessante e il risultato è arrivato. Mi auguro, anzi ne sono certo, che con il sindaco Ferraioli riusciremo, attraverso progetti integrati, a migliorare ulteriormente l’offerta e la qualità dei servizi per la nostra popolazione”.

Sulla stessa scia la Responsabile del Distretto Sanitario, Grazia Gentile: “Avevamo su Angri ben 5 sedi operative, superate ed inadeguate rispetto ai bisogni dei cittadini, quattro delle quali gravate da un fitto passivo che costava alla collettività 50.000 euro/anno. Con gli investimenti in parola, abbiamo raggiunto l’obiettivo di annullare la spesa passiva e realizzare una struttura moderna, adeguata ed efficiente. Per il futuro – va avanti la dottoressa Gentile – oltre alle attività già in essere vorrei implementare, entro la fine del 2015, ambulatori specialistici ed attività avanzate: penso ad ambulatori di fisiatria ed ortopedia pediatrici, attività specialistica di reumatologia per gli anziani, attività di odontoiatria sociale per le fasce deboli e l’apertura della Porta Unitaria di Accesso per i cittadini tutti”.
Realizzato lo shift tra le sedi storiche e la nuova sede, si procederà quindi da parte del Direttore Generale dott. Antonio Squillante alla “consegna delle chiavi” della vecchia sede distrettuale di via Semetelle al sindaco Cosimo Ferraioli.