Bufera a San Marzano sul Sarno. Dopo il voto, Andrea Annunziata presenta ricorso

Le elezioni sono da annullare: la pensa così Andrea Annunziata, candidato sindaco sconfitto da Cosimo Annunziata alle ultime amministrative a San Marzano.

Il presidente dell’Autorità Portuale, i consiglieri eletti in minoranza e la lista “Insieme per Costruire” avrebbero presentato un ricorso amministrativo avverso l’esito elettorale che ha sancito la riconferma del sindaco uscente con uno scarto di circa 81 voti.

Secondo Annunziata, alla sua seconda sconfitta elettorale in competizione con il suo omonimo Cosimo, si sarebbero registrate alcune anomalie durante lo scrutinio.

“L’andamento delle operazioni di scrutinio ha registrato diverse anomalie tant’è che a seguito della proclamazione degli eletti e di richiesta di accesso agli atti è stato esaminato il contenuto dei verbali delle nove sezioni elettorali La mancanza all’interno del menzionati verbali dei dati necessari in uno alle numerose e ricorrenti correzioni hanno indotto alcuni cittadini elettori a richiedere ulteriori chiarimenti ed atti agli uffici comunali competenti” – cosi si legge nella premessa dell’atto di ricorso sottoscritto da Andrea Annunziata, Vincenzo Marrazzo, Angela Maria Calabrese e Filomena Fallo.

Sarà dunque il Tar della Campania sezione di Salerno a valutare se vi sono le condizioni per ritenere fondate le anomalie denunciate dal gruppo di minoranza.

L’esito elettorale nel primo ed unico turno elettorale del 31 maggio sancì la vittoria della lista del sindaco uscente Cosimo Annunziata con 2999 voti rispetto ad Andrea Annunziata che si fermò a 2918. Ottantuno voti di differenza che sono stati bastati per gli effetti della normativa a garantire la vittoria al sindaco Cosimo Annunziata ed ad ottenere la maggioranza in consiglio comunale con i due terzi dell’assemblea, con 11 consiglieri su sedici. Nelle passate elezioni lo scarto tra i due competitors era stato ancora più ridotto con circa quaranta voti di differenza, sancendo anche in quel caso la vittoria dell’allora candidato sindaco Cosimo Annunziata.

Fonte Agrotoday