Spaccio di soldi falsi, 28 indagati. C’è anche un giudice del Tar

I carabinieri del Comando Tutela Ambiente, coordinati dalla procura di Napoli hanno sgominato una presunta associazione a delinquere di stampo camorristico specializzata nello spaccio di banconote provento di reato e titoli di stato stranieri contraffatti per miiliardi. 28 gli indagati, coinvolto anche un giudice del Tar del Lazio Franco Angelo Maria Bernardi. L’indagine dei carabinieri del colonnello Sergio De Caprio (il capitano Ultimo che arrestò Totò Riina) è durata anni.

Fonte TgCom