Sarno. Stamani l’incontro tra gli studenti e don Aniello Manganiello

Ha fatto tappa a Sarno, stamani, don Aniello Manganiello. Ospite della rassegna Settembre Libri, promossa dall’amministrazione comunale, il prete anticamorra ha presentato il suo libro “La meglio gioventù di Scampia” scritto a quattro mani con Angelo Romeo. Nell’aula consiliare una platea di giovani studenti, che hanno seguito con attenzione l’intervento di don Aniello, ex parroco di Scampia, da sempre in prima linea nella difesa della legalità.

Don Aniello ha fondato l’associazione “Ulimi” insieme al giornalista e scrittore Andrea Manzi e presiede la società sportiva Don Guanella. Ai due sodalizi saranno devoluti i proventi ricavati dalla vendita del libro, che raccoglie le testimonianze di cinque ragazzi di Scampia, che con impegno, sacrificio e studio hanno sconfitto i pregiudizi e ce l’hanno fatta.

L’obiettivo di don Aniello è quello di raccontare l’altra Scampia e sottolineare la normalità di un quartiere che nell’immaginario di tutti è l’emblema del degrado e del malaffare.

Don Aniello ha ancora una volta lanciato stoccate a Roberto Saviano, reo a suo avviso di essersi limitato a raccontare il volto più brutto di Scampia. “Io sono lì dal 1994, il male lo conoscevamo già: il libro Gomorra non mi ha detto molto di più – ha dichiarato il prete anticamorra -. In certi contesti bisogna viverci, così si evita il pericolo di dare una lettura superficiale. Chi vive in alcune realtà ne coglie le criticità mma anche gli aspetti positivi”.