Angri. Via Santa Maria la strada del meretricio, l’indignazione dei residenti

La strada del meretricio. Ad essere presa d’assalto tutte le sere è la strada interna di Via Santa Maria, un tratto compreso nel lotto del Piano degli Insediamenti Produttivi (zona industriale) del Comune di Angri, situato a ridosso della Strada Statale 18: la Via Nazionale.

La pubblica denuncia arriva ancora una volta dai cittadini esasperati da un poco edificante ed indecoroso spettacolo che quotidianamente si consuma ai bordi della carreggiata della strada periferica. Ai lati della sede stradale bivaccano prostitute e trans, nonostante qualche settimana fa nella zona fosse stato installato, dalla Polizia Locale, un divieto di meretricio successivamente asportato.

“Non è uno spettacolo edificante agli occhi dei nostri figli e delle nostre donne che con in auto, sono obbligati a transitare per questa strada” scrive indignato l’artista Alfio Lombardi sulla sua pagina social.

Un problema, comunque, che non sembra circoscritto soltanto alle prostitute: “Durante la campagna del pomodoro, in estate, i camionisti usano la strada per fare i loro bisogni fisiologici – afferma Lombardi – questo reso possibile grazie progetto di rendere a senso unico la strada principale di Via Santa Maria. Un modifica che se non ricordo male, all’epoca fu fatta proprio dall’attuale comandante dei vigili. Ora urgono provvedimenti”.

Luciano Verdoliva