I salernitani tra i più tartassati dal Fisco

Salerno conquista il terzo gradino sul podio della classifica delle famiglie italiane più tartassate dal Fisco. Al primo posto Reggio Calabria, seguita da Napoli.

I dati sono stati resi noti
dalla Cgia di Mestre, secondo cui nel 2015 il peso complessivo di Irpef, addizionali comunali e regionali all’Irpef, Tasi, bollo auto e Tari per le famiglie della città calabrese ammonta a 7.684 euro.

A Napoli le tasse che gravano su una famiglia media pesano per 7.658 euro. Dieci euro in meno per le famiglie salernitane che sono costrette a versare al fisco 7.648 euro all’anno.

Le città italiane meno tartassate, invece, si trovano a nordest: nelle ultime sei posizioni ben quattro sono occupate da comuni veneti e friulani: Verona (7.061 euro), Vicenza (6.986 euro), Padova (6.929 euro) e Udine (6.901 euro), quindi circa 750 euro in meno di Salerno.

I risultati sono frutto di una ricerca effettuata dalla Cgia che ha analizzato il carico fiscale che grava quest’anno su una famiglia media composta da un lavoratore dipendente con coniuge e figlio a carico: questa famiglia tipo ha un reddito annuo di 31.000 euro, vive in un’abitazione di proprietà di 100 metri quadrati e possiede un autovettura di media cilindrata.
La Cgia sottolinea che sono stati presi in esame 50 Comuni capoluogo.