Angri. Una mostra dedicata a Padre Leone redentorista

Una mostra itinerante per ricordare padre Giuseppe Maria Leone. Domenica dalle ore 16.00 nella Collegiata di San Giovanni Battista l’allestimento pannelli a cura dell’Associazione Servo di Dio Padre Giuseppe Maria Leone CSSR. Segue alle ore 16.30 l’adorazione Eucaristica con la spiritualità di Padre Leone a cura di Don Stefano Sarcina. Ore 18.00 verrà celebrata una santa messa in onore di Padre Leone, presieduta da S.E. Monsignor Giuseppe Giudice, Vescovo di Nocera Inferiore – Sarno. Alle ore 19.00 presentazione della mostra itinerante sulla vita di Padre Leone.

Giuseppe Leone nacque a Casaltrinità (oggi Trinitapoli) in provincia di Foggia, il 23 maggio 1829 Giovanissimo entrò nel seminario diocesano di Trani, dove oltre agli studi, si dedicò alla formazione di una solida pietà con la lettura delle opere ascetiche di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori A 21 anni, vincendo l’accanita opposizione del padre, iniziò il noviziato tra i redentoristi di Ciorani, nella Congregazione del SS. Redentore, fondata da Sant’Alfonso.

Compì gli studi in teologia a Vallo di Lucania. Il 31 dicembre 1854 ordinato sacerdote nella cattedrale di Amalfi, diede corpo a un’intensa e feconda attività, retta da un fisico estenuato da continue sofferenze che l’accompagnarono per tutto il resto della vita. Restò a Vallo fino al giugno 1865 quando la Casa venne chiusa, in base alle leggi soppressive degli Ordini religiosi di allora e quindi costretto a ritornare in famiglia. Passata la bufera eversiva, decretata dal Parlamento Italiano, poté ritornare nella Congregazione nel 1880, venendo destinato alla Casa di Angri dove rimase fino alla morte, avvenuta il 9 agosto del 1902.