Mozione di sfiducia, Aliberti: “Un atto dovuto per determinare una maggioranza chiara e coesa. Per il futuro si apra alle opposizioni”

 

Relativamente alla mozione di sfiducia nei confronti del Primo Cittadino che sarà presentata nel prossimo Consiglio Comunale, il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Il confronto aperto in questi giorni in maggioranza ci obbliga, alla luce delle questioni politiche affrontate, a presentare in Consiglio Comunale una mozione di sfiducia al Sindaco. Un atto dovuto per chiarire a tutti se eventualmente esiste ancora una maggioranza ampia, forte e coesa, capace di continuare a lavorare sul completamento del programma PIU Europa, sulla realizzazione del PUC, sulla reindustrializzazione dell’ex Copmes e sul raggiungimento di una serie di obiettivi (PIP, Ospedale e risanamento del Sarno), rispetto ai quali chiaramente c’è bisogno anche di segnali forti e coerenti di altri livelli istituzionali.

L’auspicio è che tutto questo possa realizzarsi anche con un confronto politico duro ma mai violento e in un clima istituzionale sereno. Pertanto è giusto che la maggioranza che verrà a determinarsi discuta di un riequilibrio complessivo che metta tutti nella condizione di lavorare con più energia ed entusiasmo provando a coinvolgere nelle decisioni anche l’opposizione più feroce: di questo sia garante anche il Presidente del Consiglio”.