Terzigno. Le telecamere incastrano il furbetto del sacchetto

Video sorveglianza per scovare i furbetti del sacchetto. Nella cittadina vesuviana ora è tolleranza zero verso chi sversa o conferisce in maniera illecita. Sono entrate pienamente in funzione le telecamere di video sorveglianza che supporteranno la Polizia Locale nel monitoraggio capillare del territorio.

Ci sarebbe già una prima denuncia per gli sversamenti illegali dei rifiuti, colto a pochi metri da casa sua proprio con il sistema della video – sorveglianza. Francesco Ranieri, il giovane sindaco di Terzigno, ha deciso di porre rimedio con l’alta tecnologia al fenomeno degli sversamenti dei rifiuti in città con l’installazione di telecamere di videosorveglianza lungo le zone più delicate del territorio cittadino.

Il progetto prevede l’utilizzo di 93 telecamere collocate nei punti nevralgici della cittadina. Un work in progess che progressivamente coprirà tutto il territorio cittadino.