Decreto Lorenzin. Paolino (FI): “A pagarne le spese saranno solo i cittadini”.

Il consigliere regionale (FI) Monica Paolino ha firmato una mozione volta a sospendere il decreto ministeriale varato dal Ministero della Salute in data 9/12/2015. Tale disposizione del Ministro Lorenzin, definisce e individua le condizioni di erogabilità e le indicazioni di appropriatezza prescrittiva di molte prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale erogabili nel Servizio Sanitario Nazionale.

“Il decreto – ha dichiarato il consigliere regionale Paolino – ha determinato che 203 prestazioni d’ora in poi non saranno più erogabili a carico del Servizio Sanitario Nazionale, se non limitatamente ad alcune patologie previste dallo stesso. Cari cittadini, se non rientrerete nei casi previsti dal Decreto, sarete costretti a pagare di tasca vostra! Alcuni di questi esami (colesterolo, trigliceridi, transaminasi, etc…) da oggi, in assenza di valori elevati, potranno essere ripetuti dal SSN solo ogni 5 anni, così come una Tac o una risonanza magnetica della colonna vertebrale potrà essere prescritta solo per traumi severi o complicanze post chirurgiche! In tutti gli altri casi il costo sarà a carico del cittadino. Queste sono le condizioni in cui stanno riducendo la nostra Sanità. Un vero e proprio scandalo! Alla luce delle azioni intraprese da alcune regioni (Toscana e Veneto) che sono riuscite a bloccare l’applicazione del decreto, riportando le decisioni e le modalità di applicazione al livello regionale (poichè lo stesso decreto riporta disposizioni che vanno contro l’accordo Stato-Regioni del 26/11/2015), la mozione a firma della sottoscritta va proprio in questo senso e intende impegnare la Giunta regionale a mettere in campo tutte le azioni possibili per sospendere questo decreto. Tutto ciò mette in forte allarme i cittadini che potrebbero essere sottoposti a pagare delle cifre stratosferiche in questo periodo di grave crisi economica”.