Colpo alla sala scommesse, rapinatori incastrati dalle telecamere

Il 2 aprile avrebbero messo a segno una rapina in una sala scommesse di via Garibaldi a Salerno, nel pomeriggio di oggi la Squadra Mobile ha arrestato Vincenzo Africola 44 anni e P.E, di 18 anni, entrambi residenti a Salerno. Ad incastrare i due malfattori, i filmati delle telecamere. I due entrarono pistola in pugno all’interno della sala e minacciarono il personale facendosi consegnare circa 15.000 euro.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile, attraverso la visione dei sistemi di videosorveglianza del Comune di Salerno installate sul lungomare e dei numerosi esercizi commerciali del centro storico, hanno permesso di isolare dei fotogrammi in cui si vedono i volti dei due rapinatori prima del loro ingresso nel locale.

Grazie al riconoscimento dei due malviventi, effettuato dagli stessi investigatori della Squadra Mobile, in quanto uno dei due, Africola, già in passato arrestato e condannato per furto, furto con strappo e porto d’armi, gli agenti della Squadra Mobile hanno tempestivamente perquisito le abitazioni dei rapinatori e hanno trovato gli stessi indumenti utilizzati per compiere la rapina, in grado di fornire alla Procura della Repubblica di Salerno le prove decisive per poter richiedere al Giudice per le indagini preliminari la detenzione in carcere di Africola e quella domiciliare P.E.)

Nei fotogrammi si nota il giovane, appena maggiorenne, che indossa una felpa di colore blu con delle righe all’altezza dei polsi, con una scritta sulla schiena recante il numero “372”, pantaloni grigi con uno stemma di colore bianco all’altezza della coscia sinistra e scarpe ginniche bianche, occultando il volto con il cappuccio della felpa.

arresto-polizia1

Il secondo, più alto del primo, fa ingresso nella sala slot indossando un giubbino tipo piumino di colore scuro, pantaloni di colore grigio e scarpe da ginnastica di colore giallo, occultando anch’egli il volto con il cappuccio dello stesso giubbino.

arresto-polizia2